subaru-logo
  • Headerbild_Umwelt_2Headerbild_Umwelt_2

AMBIENTE

Subaru si impegna su larga scala

Ci sta a cuore il bene dell’ambiente e il rispetto delle risorse. Subaru si impegna fattivamente in questo campo, procedendo sistematicamente.


Marcatura

Tutte le parti in materiale plastico sono marcate in modo da essere facilmente riciclabili.


Riciclaggio

Il maggior numero possibile di parti vengono costruite in materiali plastici interamente riciclabili. Materiali riciclabili come il nylon sono utilizzati per i coperchi dei collettori d’aspirazione, mentre, ad esempio, bottiglie in plastica riciclate sono impiegate come materia prima fonoassorbente dei tappetini e i tessuti riciclati come materia prima per i rivestimenti interni.


Materiali ecologici

Per il serbatoio del carburante e i contrappesi per equilibratura sono impiegati materiali senza piombo. Subaru utilizza inoltre materiali sostitutivi del PVC per fabbricare portiere, pannelli porta, paraspruzzi, tubi flessibili dell’impianto lavafari, condotti d’immissione dell’aria, plancia portastrumenti e rivestimento del serbatoio di carburante. La stragrande maggioranza dei componenti dell’abitacolo contiene un’elevata percentuale di materiali polipropilenici integrati, che portano all’86% la percentuale in massa di questi materiali ecologici. È stato incrementato anche l’uso di materie plastiche olefiniche, come i termoplastici olefinici e i derivati del polipropilene.


Produzione

Subaru e i suoi fornitori prestano attenzione al massimo rispetto dell’ambiente nelle fasi di sviluppo e produzione delle vetture e dei componenti. Grazie all’ottimizzazione della circolazione del refrigerante nell’impianto di condizionamento, ad esempio, è necessario meno freon. Il numero dei materiali compositi e difficilmente separabili sarà ulteriormente ridotto con ogni nuovo modello. Ad esempio, i gruppi ottici posteriori sono avvitati anziché incollati, in modo da essere sostituibili con maggiore facilità.


Smaltimento

La Subaru ha ridotto la quantità di polveri prodotta durante la frantumazione delle automobili rivedendo la forma e lo spessore delle grandi parti di carrozzeria in materiale plastico (paraurti, rivestimenti interni dei passaruota, sottoscocca) e riducendo lo spessore dei vetri laterali e del lunotto. La facilità di disassemblaggio delle vetture fuori uso è già considerato nella fase di progettazione. Leggete al riguardo il rapporto ambientale di Subaru Corporation (in lingua inglese)

Environmental Report 2004 (PDF, 4431 kb)

Cooperazione internazionale

Subaru è membro attivo dell’IDIS dal 1999. L’IDIS (International Dismantling Information System) ha l’obiettivo di fornire alle imprese autodemolitrici tutte le informazioni necessarie per smaltire ecologicamente i veicoli alla fine del loro ciclo di vita.